Come creare una to do list minimalista (no, non ti serve la magia!)

di | 8 Novembre 2021

To do list minimalista: è davvero possibile?

Se anche tu hai una to do list più lunga dei rotoloni regina, non fai in tempo a completare una cosa che se ne aggiungono altre 3 e ti viene un mancamento quando pensi a tutte le cose che devi fare e al pochissimo tempo che hai a disposizione…
….beh, allora ho una buona notizia per te:

semplificare la tua to do list è possibile (anche senza la bacchetta magica di Harry Potter).
Ti basta usare il magico potere del minimalismo, ed in questo articolo vedrai esattamente come creare la tua to do list minimalista con il metodo 1-3-5. 🙂

Infatti non sei certo l’unico che ha difficoltà a destreggiarsi tra i mille impegni della propria lista…
Anzi, diciamo pure che per la maggior parte delle persone completare la propria to do list è una vera e propria impresa stile Mission Impossible.

Gli esperti infatti hanno confermato che il 41% delle cose scritte nelle liste non viene mai fatto.
E un’indagine di Linkedin ha rivelato che circa il 90% delle persone non riesce a fare tutto quello che ha pianificato per quella giornata.

Insomma, non sei certo tu il problema.
Infatti, il problema sono proprio le to do list.


Il problema nascosto delle to do list

Se il problema non sei tu, allora come mai è così difficile (quasi impossibile) riuscire a completare tutti gli impegni della tua to do list?

Beh, in realtà la risposta è molto semplice: quando fai la tua do list scrivi tutte le cose che “vorresti fare” (decisamente troppe) e non quelle che “puoi davvero fare”.

Insomma, crei una lista che potresti completare solo con i superpoteri di Superman.

In pratica, la tua do list è semplicemente irrealizzabile.
E così anche se diventi super efficiente e corri come un pazzo, riesci a malapena a fare metà di quello che avevi pianificato.

Ma il problema non è solo che non riesci a finire tutte le cose che vorresti.
Il problema è che dover affrontare ogni singolo giorno una to do list che non si accorcia abbastanza ti fa sentire sempre più frustrato e stressato, come se non fossi all’altezza delle tue aspettative.

E considera poi che oltre ad avere troppe cose da fare, è anche difficilissimo stimare quanto tempo ci vuole per fare ogni cosa.

Infatti i ricercatori hanno dimostrato che le persone tendono a sovrastimare quante cose possono fare in una giornata.
In parole povere: pensiamo di fare 10 cose in tre ore, ma in realtà riusciamo a completarne a malapena cinque.

Per non parlare poi del fattore “imprevisti”.

Ad esempio quando ti si rompe la macchinetta del caffè e pensi di ripararla in mezz’ora, tanto sicuramente è una cavolata.
Poi invece la apri e viene fuori che per capirci qualcosa ti serve una laurea in ingegneria e che ti serve quel cacciavite particolare che non hai e così devi correre a comprarlo dal ferramenta, ma è proprio l’ora di punta e resti bloccato per ore nel traffico…

Ok, questo è solo un esempio (ma mi è capitato davvero!), ma scommetto che ti suona familiare.
Insomma, ci siamo capiti: spesso una cosa “facile da fare in mezz’ora” lievita più di una torta e ti occupa due ore.

Ma tutti questi problemi (anche se sono molto frustranti) non sono davvero irrisolvibili.

Infatti c’è una tecnica molto facile che ti può aiutare a creare una to do list minimalista che sia davvero realizzabile.

Ecco come.

test che minimalista sei?


Come creare una to do list minimalista

Ci sono molti modi per semplificare la tua to do list, ma quello più efficace secondo me è la tecnica 1-3-5.

Questa tecnica parte dal presupposto che una persona senza superpoteri in un giorno ha abbastanza energie solo per fare una cosa davvero grande, tre cose medie e cinque cose più piccole.
Ed ecco qua la tecnica 1-3-5.

Quindi per creare la tua to do list minimalista, parti dalla tua solita to do list, e scegli le 8 cose che puoi realisticamente fare in una giornata, scrivendole in una to do list a parte.

In pratica, parti dalla tua to do list irrealizzabile, e scomponila in tante piccole to do list giornaliere.

Ma ricorda, la cosa importante è scegliere le cose da fare in base alla loro complessità/durata.

Ok, forse adesso anche tu ti stai chiedendo quello che mi ero chiesta anche io:
“Ma perché devo partire proprio dalla cose più grande?”

Eh, ti capisco, di solito le cose grandi sono proprio quelle che hai meno voglia di fare…
e quindi sono le cose che tendi a posticipare di più.

Ecco, già questo è un buon motivo per partire proprio dalle cose più rognose: se continui a posticiparle, continueranno a ingombrare la tua to do list, e te le ritroverai sempre tra le balle.
Quindi meglio levarsele subito dai piedi e non pensarci più.
Superato questo scoglio, il resto sarà tutto in discesa.

Ma in realtà c’è un altro motivo per partire dalle cose più grandi, e passare solo dopo a quelle medie e piccole.

Il motivo è che il tuo cervello ha a disposizione solo una certa quantità di energie al giorno, e ogni cosa che fai gliene consuma un po’.


La metafora del vaso

Ecco, immagina il tuo cervello come un vaso vuoto che vuoi riempire con le cose da fare.

Le cose più piccole da fare puoi immaginarle come dei granelli di sabbia, quelle un po’ più grandi come dei ciottoli, mentre quelle ancora più impegnative come un sasso bello grande.
Il problema è che se cerchi di riempire il vaso partendo dalla sabbia, poi aggiungi i ciottoli e poi il sasso, è impossibile farci stare dentro tutto, perché non c’è abbastanza spazio.

Ma un modo per far stare tutto dentro al vaso c’è, ed è partire dalla cosa più grande (il sasso).

In questo modo, il sasso cadrà sul fondo del vaso, occupando tutto lo spazio che gli serve.
Dopo potrai mettere i ciottoli, che occuperanno lo spazio attorno al sasso.
Come ultima cosa potrai mettere la sabbia, che riempirà tutti quei piccoli spazi liberi che sono rimasti tra i ciottoli.

Ecco perché, quando organizzi la tua to do list è fondamentale usare il metodo 1-3-5, e partire sempre dalla cosa più grande.


Gli altri aspetti della tua vita che puoi semplificare con il minimalismo

Ecco, creare una to do list minimalista per organizzare le tue giornate è un ottimo modo per semplificare la tua vita.

Ma questo è solo uno dei modi in cui il minimalismo può migliorare la tua vita (e neanche il più importante).

Perché con il minimalismo puoi semplificare TUTTI gli aspetti della tua vita a 360 gradi…
…per avere più tempo, soldi ed energie da dedicare alle cose davvero importanti per te (qualunque esse siano!).

È proprio per questo motivo che abbiamo creato la guida gratuita “7 modi per semplificare la tua vita con il minimalismo a colori”, dove abbiamo raccolto 7 strategie facili (ma estremamente efficaci) per vivere il minimalismo in ogni ambito della tua vita.

Clicca qui per scaricare la guida


ADD_THIS_TEXT


 

Memento mori
Ste e Vale
I ribelli del Minimalismo

***

Pensare è facile, agire è difficile, e mettere i propri pensieri in pratica è la cosa più difficile del mondo.
(Johann Wolfgang Goethe)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per saperne di più


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *