SCOPRI SE SEI INTRAPPOLATO NELLA RUOTA DEL CRICETO E PERCHÉ DEVI LIBERARTI PER ESSERE FELICE

di | 29 Marzo 2020

Ti voglio raccontare una storia sulla ruota del criceto.

Sai come si fa a cuocere una rana?

No, non la puoi buttare viva nell’acqua bollente come si fa con le aragoste, perché salterebbe fuori.
La devi mettere in una pentola di acqua tiepida, così la rana si fa un bel bagnetto caldo.
Poi puoi iniziare pian piano ad alzare il fuoco.
La rana si godrà l’acqua calda e dopo un po’ inizierà ad intontirsi e indebolirsi… e quando si accorgerà che ormai l’acqua è bollente, non avrà più le forze per saltare fuori… e si ritroverà cotta.

Ecco, la ruota del criceto funziona più o meno così.

Ah, dimenticavo… tu sei la rana.

Cos’è la ruota del criceto e come hai fatto a finirci dentro? 

La ruota del criceto è lo stile di vita che ci impone la società. E visto che tutti lo seguono, pensiamo sia normale e giusto e non ci chiediamo neanche se è la cosa migliore per noi.

È un lavoro che non ti piace dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17.
È indebitarsi per comprare cose inutili.
È vivere in attesa che arrivi la sera, il weekend, le ferie.
È comprare a rate beni che non ti puoi permettere e che usi per impressionare gli altri.
È lavorare per la pensione, perché “li si che mi godrò la vita!”.

Come hai fatto a finirci dentro?
Sei sempre stato nella ruota, ma forse non te ne sei mai accorto, perché è ambigua, proprio come l’acqua calda per la rana.

La società ci butta nella pentola quasi subito, quando ci manda a scuola. Poi inizia a cuocerci a fuoco lento.
La cottura dura tutta la vita.

Penso che ad un certo punto della nostra vita tutti attraversiamo un momento in cui ci sentiamo in trappola.
In quel momento, un’ idea ci attraversa la mente come un lampo che illumina l’oscurità della notte:

“Ma sono padrone della mia vita?”

Il momento dura solo un attimo.
La maggior parte delle persone poi scuote la testa confusa, scrolla le spalle e torna alla propria vita, con una fastidiosa sensazione di malessere che non riesce a definire.

Ma perché la ruota del criceto è un problema? Non si sta così male! 

La ruota del criceto è ambigua perché da un lato ci dà tutto quello che ci occorre, ci accudisce, ci dà sicurezza.

Ci indica una direzione da seguire:

vai a scuola – vai all’università – trova un indeterminato – sposati – fai un mutuo – fai figli – fai carriera – vai in pensione goditi la vita ed occupati dei nipoti.

È confortante sapere di avere un percorso già segnato e vedere che anche tutti gli altri lo seguono, è la natura umana. Un po’ come quando vai in montagna.
È più facile seguire gli altri su un bel sentiero sterrato, piuttosto che inoltrarsi nel bosco senza un’indicazione.

Adeguarci alla massa ci fa sentire anche parte di un qualcosa di più grande e ci fa credere di essere nel giusto.
Dopotutto, se lo fanno tutti non può essere sbagliato…
E non sembra che gli altri se la passino così male.

Anzi, la gente sembra abbastanza felice: si lamenta un po’, si, ma poi vanno a fare aperitivo tutti assieme, escono il venerdì sera, vanno in vacanza e festeggiano ogni volta l’arrivo del nuovo anno… non lo farebbero se fossero sulla via della bollitura, no?

Il problema è che alla ruota del criceto non gliene frega niente di te, vuole solo spremerti come un limone e usarti per i suoi scopi.

E appena i tuoi sogni, i tuoi desideri e le tue aspirazioni iniziano ad andare in un’altra direzione, ti accorgi che ci sei dentro fino al collo e che allontanarsi dal sentiero già tracciato non è poi così facile.

Se vai un po’ più a fondo infatti ti accorgi che la ruota del criceto ha i suoi effetti collaterali.
E forse sei finito su questo blog proprio perché hai iniziato a notarli:

  • odi il lunedì – la domenica sera vai in ansia all’idea di tornare in ufficio
  • sei insoddisfatto del tuo lavoro e pensi di meritare di più
  • maledici la sveglia ogni mattina
  • fai il conto alla rovescia al venerdì
  • vivi in attesa delle prossime ferie
  • hai la sensazione di non fare nulla di utile per la società
  • non ti senti realizzato
  • ti senti giudicato in base ai tuoi vestiti, alla tua casa, alla tua macchina
  • senti che non puoi essere veramente te stesso
  • hai paura di cambiare
  • pensi che più oggetti possiedi più sarai felice
  • sei indebitato
  • capisci che c’è qualcosa che non va, ma non ti è chiaro cosa
  • ti chiedi che fine hanno fatto i tuoi sogni

Prima o poi la ruota del criceto inizia ad andare stretta.
La ruota del criceto limita la tua libertà, perché ti fa spendere male le due risorse più preziose che hai: il tuo tempo e il tuo denaro.

Mi spiego meglio.

La società, per funzionare come fa oggi, ha bisogno che tu faccia due cose: lavorare e consumare.
Queste due azioni sono il modo in cui spendi le tue risorse (denaro e lavoro) :

Lavorare = come spendi il tuo tempo
Consumare = come spendi il tuo denaro

Vorresti avere più tempo libero?
Vorresti avere più soldi per realizzare i tuoi sogni?

È possibile, ma la ruota del criceto ti rema contro e cerca di impedirtelo, perché devi continuare a lavorare e consumare.

Non so se a te sta bene questa situazione. Ma a me no.

Voglio essere io a decidere come spendere i miei soldi.
Voglio riappropriarmi del mio tempo.

Si può uscire dalla ruota?

La cosa positiva è che sei sempre in tempo per uscire dalla ruota del criceto.
Finché non sei morto, non è mai troppo tardi.
Ma, come per la rana, più passa il tempo più le energie mancano e più diventa difficile fare il salto.

Io non so quanti anni hai, qual è la tua situazione e quanto ti senti già cotto.
Ma so una cosa: tu puoi uscirne.

Accorgersi di essere nella pentola è il passo più difficile e, se sei arrivato fin qua, l’hai già fatto.
Il resto del percorso sarà lungo, ma sarà in discesa.

E tu?

Vuoi uscire dalla ruota del criceto con noi?

Memento mori
Mr. e Mrs. T-Rex
I ribelli del Minimalismo

***

“Chi non si salva da sé nessuno lo può salvare.”

Cesare Pavese

(P.s. nessuna rana è stata cotta o maltrattata per la stesura di questo articolo)

3 pensieri su “SCOPRI SE SEI INTRAPPOLATO NELLA RUOTA DEL CRICETO E PERCHÉ DEVI LIBERARTI PER ESSERE FELICE

  1. Pingback: Come uscire dalla ruota del criceto – Conoscere per sconfiggere – Memento Mori Movement

  2. Pingback: MEMENTO MORI => non sprecare il tuo tempo e vivi libero

  3. Pingback: USCIRE DALLA RUOTA DEL CRICETO => scopri l'arma segreta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *