Altro che morning routine! Quello che ti serve davvero è la routine (minimalista) del rientro a casa

di | 9 Agosto 2021

A cosa serve la routine del rientro a casa? 

Anche tu quando arrivi a casa la sera sei così spompato che riesci solo a crollare sul divano senza energie per fare altro?

Sei così esausto che ti svacchi sul divano con l’idea di cazzeggiare con il telefono o la TV “solo 5 minuti per staccare un attimo il cervello”…
… ma quando riesci a riprenderti ti accorgi che invece di 5 minuti hai perso un’ora, magari ingurgitando le cose più iper caloriche che avevi in giro per casa.

E così, non solo sei stanco esattamente come prima… ma è già ora di preparare la cena – andare in palestra – correre a fare la spesa perché in frigo ti sono rimasti solo due kiwi e una confezione di sottilette…

Insomma: è passato un sacco di tempo e non ti sei rilassato per niente.

Ecco.
Anche a me è successo per molto tempo… ma se capita anche a te non preoccuparti, perché la routine del rientro a casa è la soluzione giusta per interrompere questo circolo vizioso (ed in questo articolo vedrai esattamente come creare la routine giusta per te).

Ma prima fammi fare un passo indietro.


Se torni a casa devastato c’è un motivo: eccolo

In realtà quello che ti succede (anche se è molto frustrante) è normalissimo, e dipende proprio da come funziona il tuo cervello.

Pensa al tuo cervello come ad una specie di batteria che ha a disposizione solo una certa quantità di energie al giorno.

Ogni volta che prendi una decisione, il tuo cervello consuma energie… e se ci pensi, tu prendi decisioni tutto il giorno:
che cosa mi metto?
quale mail leggo per prima?
cosa faccio per cena?

Ogni giorno prendi milioni di decisioni, e devi prenderle così velocemente che non ti rendi neanche conto della fatica che fa il tuo cervello.


ADD_THIS_TEXT



Le decisioni prosciugano le energie del tuo cervello

Ma tutte queste decisioni pian piano prosciugano le energie del tuo cervello e quando arriva la sera è praticamente scarico e incapace di prendere altre decisioni… e così sceglie la via più facile, cioè “spegnersi” e fare la cosa più comoda possibile… che spesso è proprio collassare sul divano con il cellulare o la TV.

Il problema però è che (anche se questa cosa è assolutamente normale), perdi una marea di tempo e quando finalmente il tuo cervello riesce a riprendersi, non hai più tempo per dedicarti a quelle cose che vorresti fare davvero e che per te sono importanti!

Insomma: hai già così poco tempo libero… se in quel poco tempo libero non riesci a fare le cose che ti piacciono (perché sei senza energie) è davvero un peccato enorme.

Capisco che questa cosa è molto frustrante, ma è una cosa normale che succede a tutti.
Anche io mi sono sentita così per molto tempo: arrivavo a casa, collassavo sul divano e mi perdevo nei social o a guardare video sui gattini…

… volevo staccare la testa “un attimo”… ma quando finalmente riuscivo a staccare gli occhi dal telefono mi accorgevo che erano passate ore..

… e anche se sapevo che il comportamento del mio cervello era assolutamente normale mi sentivo sempre più frustrata, perché mi accorgevo che stavo perdendo un sacco di tempo, ma allo stesso tempo non riuscivo a comportarmi diversamente.

Il problema è che se non rompi questo schema continuerai a perdere una marea di tempo in attività inutili e “ammazza tempo” tipo i social e la TV, che non solo non ti fanno rilassare per niente… ma che tutto sommato non ti interessano neanche, e che usi solo per staccare un attimo la testa.

La verità è che il tuo tempo libero purtroppo è limitato, soprattutto durante la settimana.

Se non riesci a liberarlo da queste attività inutili e che non ti rendono neanche felice, non riuscirai mai a trovare il tempo per fare le cose che ti piacciono davvero… perché dovrai subito tornare a correre per fare la cena – apparecchiare – fare la doccia – sistemare casa…


Il magico potere della routine del rientro a casa

Ma una via d’uscita da questo circolo vizioso c’è, ed è creare una routine “del rientro a casa” assolutamente personalizzata su quello che ti piace e sui tuoi interessi.

Ma perché proprio una routine?

Perché hai già visto che il tuo cervello si scarica ogni volta che prende una decisione.
Quindi se tu arrivi a casa la sera e pensi:
“cosa potrei fare per rilassarmi?
Leggo un libro, mi faccio un bagno caldo o faccio una passeggiata?”

… il tuo cervello deve sforzarsi per prendere una decisione… ma è già devastato dopo ore e ore di decisioni già prese…e così sceglie la via più comoda, cioè “staccare la spina” davanti a qualcosa di passivo tipo il telefono o la TV.

Certo, potresti risolvere il tuo problema obbligando ogni sera il tuo cervello a prendere una decisione, senza cedere al richiamo del divano.

Ma come sai già, questo è davvero difficile… e per fortuna c’è una strada molto più comoda e facile.
È proprio la strada della routine.

La routine è una specie di schema prestabilito che hai scelto in anticipo, e che permette al tuo cervello di fare delle cose senza prendere decisioni (come se fosse in modalità “risparmio energetico”).

Ad esempio:
Hai presente quando vai in ufficio la mattina?

Probabilmente fai sempre la stessa strada perché il tuo cervello cerca di risparmiare energie,
è abitudinario e non vuole chiedersi ogni giorno qual è la strada migliore da fare.
Così ti fa fare sempre la stessa strada.

Ecco, questa è una routine.

Immagina invece di dover scegliere che strada fare ogni santo giorno.
Sarebbe molto più lungo, complicato e stressante.
Ecco, questo in pratica è quello che deve fare il tuo cervello se non ha una routine.

Creando una routine del rientro a casa in pratica permetti al tuo cervello di inserire il pilota automatico e di arrivare a destinazione nel miglior modo possibile.


Come creare la tua routine del rientro a casa personalizzata

Ovviamente non ha senso cercare una routine di rientro a casa uguale per tutti.

Sei una persona speciale e unica, con i tuoi interessi e le tue passioni… non ha assolutamente senso che io ti consigli di fare yoga se a te lo yoga fa schifo o che ti dica che la mia routine è rilassarmi portando fuori il cane, se tu non hai un cane.

Se vuoi usare il tuo tempo al meglio e rilassarti davvero, è fondamentale che la tua routine del rientro a casa sia assolutamente personalizzata e creata su misura per te, sulle tue esigenze e i tuoi interessi.

Come?

In questo modo.

Pensa al tuo pomeriggio o alla tua serata ideale.

Com’è la tua giornata ideale, quando torni a casa?
Cosa ti piacerebbe fare?

Ad esempio: leggere un libro mentre bevi una tisana, fare una passeggiata nel parco, fare un bagno caldo con le candele profumate, fare sesso selvaggio con il tuo partner… 🙂

Ecco, quando hai chiarito quali sono le cose che ti farebbero spendere bene il tuo tempo, ti puoi creare una routine su misura per seguirle.

Quindi, ad esempio, se quando torni a casa vuoi leggere un libro, potresti mettere il telefono in un’altra stanza così non vieni distratto dalle mille mila notifiche inutili che continuano ad illuminare lo schermo.

E magari per non sfondarti di Nutella o patatine mentre leggi, potresti evitare proprio di comprare cibo spazzatura (così devi resistere alla tentazione una volta sola quando sei al supermercato, e non tutte le sere) e prepararti uno spuntino un po’ più light (magari della frutta) da sgranocchiare mentre ti godi il tuo libro.

Il segreto per non perdere tempo e dedicarti alle cose che ti piacciono è scegliere in anticipo che cosa vuoi fare (ad esempio leggere) e preparare in anticipo tutte le cose che ti servono.

Quindi appena arrivi a casa sai già che vuoi leggere, sai che devi lasciare il telefono nell’altra stanza e il libro che hai già scelto sarà già pronto vicino alla tua poltrona preferita.

In questo modo infatti permetti al tuo cervello di staccare comunque la spina e mettere il pilota automatico, dritto dritto verso le cose che ami fare 😉

Ecco, ora che sai come creare la routine (minimalista) del rientro a casa su misura per te, hai già fatto un passo utilissimo per semplificare la tua vita di tutti i giorni.

Se vuoi scoprire tutti gli altri modi (minimalisti) per semplificare la tua vita, puoi scaricare la guida gratuita “7 modi per semplificare la tua vita con il minimalismo a colori”.

Clicca qui per scaricare la guida gratuita.


ADD_THIS_TEXT


 

Memento mori
Mr. e Mrs. T-Rex
I ribelli del Minimalismo

***

Sono le scelte che facciamo che dimostrano quel che siamo veramente

(Albus Silente)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per iniziare il percorso


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *