Minimalismo e comunicazione: 7 strategie per comunicare consapevolmente

di | 17 Gennaio 2022

Se anche tu a volte hai la sensazione di parlare troppo e di dire cose che forse era meglio non dire, allora in questo articolo vedrai come usare il minimalismo per migliorare la tua comunicazione ed evitare situazioni imbarazzanti.

Perché il minimalismo non ti aiuta solo a eliminare gli oggetti inutili…
ma anche ad eliminare le parole inutili, per comunicare in modo più consapevole ed efficace.

Infatti, forse hai notato anche tu che non è sempre facile comunicare in maniera naturale e spontanea… soprattutto quando non ti senti del tutto a tuo agio o sei con persone che conosci poco.

Ad esempio, quando ti capita di andare a pranzo con dei nuovi colleghi o sei ad una festa dove non conosci quasi nessuno.

Ecco, in questi casi, può capitare di parlare troppo, magari per riempire un silenzio imbarazzato, e così a volte si finisce per dire qualcosa di cui ci si pente.

Ecco perché in questo articolo abbiamo raccolto le migliori strategie per usare il minimalismo anche nella comunicazione:


ADD_THIS_TEXT


 

1. parti da te stesso 

Quasi tutti parlano troppo, ma tutti lo fanno per un motivo diverso.
Alcuni parlano per riempire un silenzio imbarazzato, altri perché vogliono sentirsi accettati, altri ancora perché vorrebbero rendersi utili…
Ecco perché il primo passo per migliorare la tua comunicazione, è partire da te stesso.

Prova a capire che cosa ti spinge a parlare troppo, e a dare consigli che magari non vengono sempre accettati di buon grado.

Io ad esempio una volta parlavo tantissimo e dispensavo un sacco di consigli (spesso non richiesti…) perché così mi sembrava di aiutare gli altri, cosa molto nobile ed altruistica…

Ma in realtà, mi sono accorta che dietro a questo comportamento non c’era solo altruismo, ma anche il bisogno di sentirmi importante ed accettata.

Ecco, diciamo che se vuoi migliorare il modo in cui comunichi con gli altri, il primo step è partire proprio da te stesso.

Quando capisci che cosa ti spinge a parlare (troppo), diventa molto più facile capire che cosa puoi migliorare.


2. ascolta (davvero)

Un altro passo importante per una comunicazione efficace parte dall’ascolto degli altri.

Certo, questa è una cosa che sicuramente fai già, ma adesso prova ad andare un passo oltre.
Non limitarti ad ascoltarli, ma prova anche a metterti nei loro panni.

Considera, infatti, che l’altra persona ha un background completamente diverso dal tuo.
Ha fatto delle esperienze diverse dalle tue, ha delle informazioni che tu non hai… insomma, vede le cose in maniera diversa da te.

Ecco, prima di parlare, assicurati di aver davvero capito il punto di vista dell’altra persona.
Se è diverso dal tuo, prendi semplicemente atto che forse la tua opinione e i tuoi consigli non vanno bene nel suo caso concreto.


3. fai più domande ed interessati sinceramente all’altra persona

A volte ti può capitare di parlare con qualcuno che non conosci molto bene o che non è proprio sulla tua stessa lunghezza d’onda.

Ecco, in questo caso, fargli più domande è un’ottima strategia per riempire il silenzio senza sbilanciarti troppo, e rischiare di dire qualcosa di cui potresti pentirti.

Facendo delle domande, inoltre, puoi capire meglio il suo pensiero, e quindi calibrare meglio la tua risposta.


4. dai un consiglio solo se te lo chiedono

Probabilmente l’hai già notato: non c’è niente che distrugge la comunicazione più di un consiglio non richiesto.

Anche se puoi dare un consiglio davvero utile, infatti, non è detto che l’altra persona sia davvero interessata alla tua opinione, soprattutto se non ti conosce bene.

In questi casi, magari, invece di dare un consiglio, limitati a raccontare la tua esperienza.

Se l’altra persona vuole cogliere il consiglio sottinteso: ottimo.
Altrimenti, hai semplicemente evitato una discussione inutile.


5. chiediti se quello che vuoi dire è utile

Quando ci si sente in imbarazzo, spesso capita di parlare troppo per riempire il silenzio.
Eppure, così si rischia di parlare un po’ a vanvera.

Ecco, una cosa molto utile che puoi fare in questi casi è pensare prima di parlare.

Prova a chiederti:
“quello che sto per dire, è utile alla persona che mi ascolta?”

Se la risposta è sì, allora fantastico, lanciati pure!

Se la risposta è no, allora nessun problema, riempi il vuoto facendo delle domande che aiutino l’altra persona ad aprirsi e limitati ad ascoltarla.

Spesso le persone hanno semplicemente bisogno di parlare e sfogarsi, non serve per forza che dici qualcosa.


6) fai amicizia con il silenzio

Hai presente quando fai un viaggio in macchina con qualcuno che conosci poco, e dopo dieci minuti si crea un silenzio imbarazzante, che nessuno sa bene come riempire?

Ecco.
Spesso le persone parlano troppo perché hanno paura del silenzio…
e così cercano di riempirlo in tutti i modi, anche se in realtà non c’è sempre qualcosa da dire.

Ma con il minimalismo puoi fare amicizia con il silenzio, ed imparare ad apprezzarlo.

Così capisci che il silenzio non è una specie di vuoto da riempire a tutti i costi.
Quindi ti senti subito più a tuo agio e inizi a comunicare in maniera più consapevole le cose davvero importanti.


7) cerca una connessione più profonda

Spesso la conversazione finisce ad un punto morto perché ci si limita ad una comunicazione superficiale.

Ad esempio, hai presente quando qualcuno ti chiede “come va?”, e la risposta preimpostata è sempre “tutto bene, grazie, te?”
Ecco.

Insomma, si parla solo del più e del meno, del tempo, di quello che si è fatto nel weekend… così la conversazione resta un po’ vuota e di circostanza, e dopo un po’ finisce per arenarsi come una balena sulla spiaggia.

Ma una volta che capisci che il tuo tempo è importante, non ti va più di sprecarlo in conversazioni futili e vuoi fare conversazioni più consapevoli ad un livello più profondo.

Quindi, prova a spostare la conversazione su argomenti più profondi, tipo i vostri obiettivi di vita, le vostre idee, i vostri sogni, le vostre passioni…


Tutti gli altri aspetti della tua vita che puoi migliorare con il minimalismo

Ecco, queste erano le nostre 7 strategie per usare il minimalismo anche nella comunicazione.

Ma il minimalismo non serve solo ad eliminare gli oggetti o ad avere una comunicazione più efficace…
perché il minimalismo ti permette di semplificare moltissimi altri aspetti della tua vita.

Per scoprire tutti gli altri aspetti della tua vita che puoi semplificare con il minimalismo, iscriviti al gruppo Facebook “50 sfumature di minimalismo”, dove puoi trovare ogni giorno la tua giusta ispirazione minimalista.

clicca qui per accedere al gruppo Facebook.

 

Memento mori
Ste e Vale
I ribelli del Minimalismo

***

La comunicazione non è quello che diciamo, bensì quello che arriva agli altri.
(Thorsten Havener)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per saperne di più


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *