Vuoi DIVENTARE MINIMALISTA? Scopri i 10 LIVELLI che devi superare

di | 30 Novembre 2020

Vuoi diventare minimalista, ma non sai bene da dove partire?

Hai realizzato che casa tua è strapiena di roba…
Che la tua vita ha troppe scadenze, impegni, appuntamenti…

Così, dopo l’ennesimo weekend in cui non sei riuscito a combinare niente perché avevi troppa roba da fare, ti sei deciso.

Vuoi diventare minimalista.


ECCO I 10 LIVELLI CHE DEVI SUPERARE PER DIVENTARE MINIMALISTA 


Livello 1: pronti, attenti, via! 

Ok, dai, sembra facile.
L’idea di liberarti di tutta questa roba inutile ti gasa moltissimo.
Così parti con una camera a caso e inizi a buttare via tutto quello che ti capita sottomano.

Pfff… è facilissimo.

È liberatorio.

È bellissimo.

La tua vita sta per cambiare.
Da oggi, niente sarà più come prima.


ADD_THIS_TEXT


 

Livello 2: cristi mistica n. 1

1 ora e parecchi sacchi della spazzatura dopo, ti senti Colombo in mezzo all’oceano…


Ti sei lasciato le terre sicure alle spalle, ma non riesci ancora a vedere la meta.

Davanti a te c’è solo un enorme oceano di casino.
Fare decluttering non è poi così facile come sembrava.

Così, molli tutto….
e vai a farti un panino condito con lacrime e frustrazione.


Livello 3: no, ce la devo fare! Voglio diventare minimalista!

La musica a palla e qualche video motivazionale sui vantaggi di diventare minimalista ti danno una nuova carica.

Torni all’opera, più determinato di prima.

Sei come una fenice che risorge dalle ceneri.

Continui a eliminare roba.

Sei implacabile e metodico e hai una nuova sicurezza.

Ormai ci metti pochi secondi a scegliere cosa tenere e cosa eliminare.


Livello 4: ce l’hai fatta! … solo nella prima stanza (crisi mistica n. 2) 

Sei euforico. La tua stanza è in perfetto ordine. Sembra di essere in un santuario buddista.

Vai in cucina per premiarti con un caffè e realizzi con orrore che ti manca ancora tutto il resto della casa.

Svieni.

… e poi ripeti tutti i livelli precedenti.


Livello 5: … e il centrotavola che ti ha regalato la tua prozia, dove cazzo lo metti? 

Hai vinto il primo round di decluttering e hai fatto il primo passo per diventare minimalista.

Hai donato o eliminato tutta la roba inutile che avevi in casa e inizi già a sentirti molto meglio.

Ma c’è qualcosa di cui non riesci a liberarti.

Le vecchie medaglie vinte due secoli fa, i libri che hai già letto, le dispense dell’università…

Quel centrotavola osceno che detesti ma che ti ha regalato la tua prozia per Natale e non riesci proprio a buttarlo via.

Ma hai già eliminato un sacco di roba, così per il momento lasci in sospeso…


Livello 6: elimina i superstiti della fase 1 – il nuovo inizio 

No, basta… via tutto.

Elimini senza pietà tutte le cianfrusaglie sopravvissute alla fase 1.

Il centrotavola lo regali alla tua vicina di casa. Le medaglie finiscono nella spazzatura. I libri già letti li doni alla biblioteca del quartiere… e le dispense dell’UNI… ci fai un bel falò.

Ora si che sembri una fenice che risorge dalle ceneri…

Adesso non ti senti più in colpa ad eliminare le cose che non ti piacciono, anche se sono regali.

Ti sei accorto che tutta quella roba era semplicemente…. solo roba….

Cose che non ti servono più o che non ti rappresentano più perché ormai appartengono al passato.


Livello 7: finalmente hai finito… o forse no 

Ti siedi sul divano e ti godi il perfetto ordine che ti circonda. La casa non è mai stata così bella e ordinata.

Non è fredda e vuota come temevi.

Ora finalmente sei circondato solo da cose che ti piacciono e ti danno gioia.

Il minimalismo è una figata.

Ti godi questa nuova sensazione di pace e tiri fuori quel libro che ti aspetta sul comodino da mesi.

…. E poi ti vibra il telefono.


Livello 8: il peggio deve ancora venire 

Solo in quel momento ti accorgi che è tutto il giorno che non controlli il cellulare…e si vede.

Notifiche.

Notifiche ovunque.

Leggi tutto, rispondi o richiami tutti…e poi ti perdi a cazzeggiare tra Facebook e Instagram.
È passata mezz’ora da quando hai preso in mano il telefono, il libro è lì pronto in attesa… e tu ti sei perso a guardare video divertenti sui gatti.

Ti accorgi che non hai ancora finito di fare ordine nella tua vita e che il difficile deve ancora venire.

Devi affrontare il mostro.

Devi affrontare le tue dipendenze: le serie TV, il telefono, la televisione, i social.

Sono come dei buchi neri che risucchiano il tuo tempo.

Così decidi di riprenderti indietro il tuo tempo.

Disinstalli alcune app, per altre elimini le notifiche o le metti silenziose.


Livello 9: per diventare minimalista… a volte devi dire di no 

Più tardi la tua ragazza ti chiede se quella sera la puoi accompagnare all’ennesima cena aziendale.

Lei non ha nessuna voglia di andarci ma si sente obbligata, così pensa che se soffrirete in due sarà un po’ meno peggio.

Ieri le avresti detto di sì per quieto vivere, ma adesso non sei più disposto a regalare il tuo tempo come se fossero caramelle.

Le racconti del tuo viaggio nel minimalismo e le spieghi tutta la faccenda del tempo e delle caramelle, e lei…. è d’accordo con te.

Basta fare cose che non avete nessuna voglia di fare. Basta sentirsi in obbligo. Basta sentirsi in colpa. Il tempo è la cosa più preziosa che avete.

Così paccate la cena aziendale e ve ne state a casa a trombare come conigli.

Prima di diventare minimalista erano gli altri a controllare la tua giornata, perché tu dicevi sempre di sì.

Da quando hai iniziato con il minimalismo finalmente riesci a dire di no.

Ora hai meno impegni: solo quelli necessari o che ti danno gioia.

Esci di meno, ma esci solo con persone di cui ti importa davvero.


Livello 10: Il viaggio per diventare minimalista non è ancora finito 

Complimenti, hai iniziato con successo la scalata per diventare minimalista.

Hai eliminato tutte le attività mangia tempo e mangia energia dalla tua vita.

Hai scoperto che tutta quella roba che ti riempiva la vita e la casa ti dava poca gioia e molte rotture di palle.

Ti sei ripreso il tuo tempo.

Sei meno stressato.

Adesso che non cerchi la felicità negli oggetti risparmi anche molto di più.

Ora hai finalmente il tempo, le energie e i soldi per dedicarti alle cose che ti piacciono e che sono importanti per te.
La tua relazione, i tuoi amici, la tua famiglia.

Ora che hai più tempo libero e sei meno stressato, hai le energie per iniziare quel progetto a cui pensavi da tempo ma che avevi accantonato: fare un corso di inglese, scrivere un libro, fare un viaggio interno al mondo.

Eliminare le cose inutili dalla tua vita è il primo passo per diventare minimalista, ma la strada è ancora lunga.

Il minimalismo è un processo continuo, è un lifestyle che migliora e semplifica la tua vita tutti i giorni.

E tu?
A che livello sei?

Raccontaci la tua esperienza nei commenti o alla nostra mail


ADD_THIS_TEXT


 

Memento mori
Mr. e Mrs. T-Rex
I ribelli del Minimalismo

***

“L’unica rivoluzione possibile è quella interiore”
(Tiziano Terzani)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per iniziare il percorso


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *