5 sfide di decluttering da fare in meno di 5 minuti

di | 2 Agosto 2021

Se vuoi alleggerire la tua vita, eliminare la roba superflua è il primo passo che puoi fare, ma diciamocelo sinceramente: eliminare tutta la roba inutile che hai in giro per casa con il decluttering non è proprio una cosa che puoi sempre fare in 5 minuti.

Molto probabilmente per liberarti di TUTTA la roba inutile che hai in giro per casa ci vuole almeno un giorno, o anche tutto il weekend.

Ma se vuoi iniziare subito a liberarti della roba inutile e non hai abbastanza tempo, puoi partire riordinando alcune piccole cose.

Perché alla fine, ogni grande viaggio inizia con un piccolo passo 😉


ADD_THIS_TEXT



5 sfide di decluttering da fare in 5 minuti

Ecco 5 cose che puoi riordinare semplicemente in poco tempo, ma che ti danno un grande risultato:


1) la macchina

Spesso la macchina si riempie di cose inutili senza che neanche che te ne accorgi.

Basta distrarsi un attimo che ti ritrovi pieno di cose che non si sa bene da dove cavolo sono arrivate: vecchi CD, occhiali da sole, scontrini dei parcheggi, le catene da neve anche se è piena estate, cartine stradali del 1983… per non parlare dei 47 sacchetti “seri” in stoffa per andare a fare la spesa…

Quindi per riordinare la macchina prendi due sacchi: uno per le cose da buttare, uno per quelle da rimettere al loro posto (in casa, garage, cantina…): in questo secondo sacchetto puoi mettere tutte quelle cose che non vuoi eliminare ma non hanno più bisogno di stare nella tua auto, tipo i vecchi CD.

Se anche tu (come me) hai scoperto una mandria di sacchetti della spesa nel bagagliaio, ti consiglio di valutare quanti te ne servono effettivamente (di solito non più di due o tre), poi piegali e mettili in ordine nel bagagliaio.

Sarai sorpreso sia di quanta roba salterà fuori sia da quanto velocemente riuscirai a sistemarla.


2) il comodino

Che avere una casa piena di roba diminuisce il tuo benessere si sapeva già.

Infatti ad un disordine visivo corrisponde anche un disordine mentale.

Ma la cosa pazzesca è che il disordine ha un impatto negativo sul tuo cervello anche quando il disordine non lo vedi nemmeno…

Infatti uno studio ha dimostrato che avere molti oggetti nella stanza impatta negativamente anche sulla qualità del tuo sonno.

Ecco perché vale la pena investire un po’ di tempo per fare decluttering in camera da letto, soprattutto sul comodino.

Il comodino infatti rischia di diventare un porto per tutti quegli oggetti che invece dovrebbero essere solo di passaggio: le 4 riviste che hai già letto, i 27 segnalibri che spuntano da tutte le parti, pacchetti di fazzoletti…

per non parlare poi di tutte le cose che non sai bene dove mettere e che finiscono ammucchiate lì in attesa di trovare un posto definitivo (forse, prima o poi), tipo:
3 cornici con le foto di famiglia, il souvenir di un viaggio, una scatolina carina vuota ma che conservi perché è carina… (no, non ce lo stiamo inventando: questo è quello che abbiamo trovato sul comodino di una nostra amica che abbiamo aiutato a fare decluttering 😉 )

La camera da letto dovrebbe favorire il relax e l’intimità, non stimolarti il cervello con troppi stimoli visivi che ti distraggono e ti impediscono di rilassarti.

Elimina (o nascondi!) tutte le cose che ti distraggono e lascia in vista solo quello che favorisce il riposo mentale, come ad esempio un quadro rilassante o delle candele profumate.

Se ami leggere, considera l’idea di tenere il libro dentro un cassetto, invece di lasciarlo in vista.


3) l’armadietto dei medicinali

Spesso devi comprare un qualche medicinale ed esiste solo la mega confezione formato famiglia che non consumerai neanche nel giro di 10 anni.

Purtroppo però il farmaco scade prima, ma se poi non lo usi più finisce che ti ritrovi pieno di confezione di medicine ancora mezze piene ma ormai scadute.
Ecco, l’armadietto dei medicinali è una di quelle cose dove puoi fare un decluttering rapido in 5 minuti.

Parti eliminando tutte le cose scadute.
(Smaltirle può essere un po’ più impegnativo del solito, ma per non inquinare troppo il pianeta ne vale la pena)

Guarda poi se hai dei medicinali che usi solo occasionalmente e che potresti dividere con qualche parente o amico.

Ad esempio, ogni tanto mi capita di prendere un’aspirina per il mal di testa, ma ora che finisco la scatola passano mille anni.
Così la compro assieme a mia mamma, e facciamo a metà dei blister.

In questo modo, non solo risparmiamo, ma soprattutto evitiamo di farli scadere e di doverli buttare via.


4) quella pila di carta che hai in giro da qualche parte

Forse ce l’hai sul mobiletto dell’ingresso, o sul bancone della cucina… ma probabilmente anche tu hai un angolino dove vecchie riviste, volantini, cataloghi o cartoline tendono ad arenarsi come delle balene spiaggiate.

Bene, se hai 5 minuti, è il momento per riportarle in mare aperto e lasciarle libere per sempre.

Prendi il mucchio di carta e scorrilo velocemente.
Probabilmente in alcuni casi è facile scegliere se conservare qualcosa o no (tipo per i volantini ormai scaduti…)… mentre per altre cose ci metterai molto più tempo (ad esempio per le lettere della banca perché devi capire cosa cercano di comunicare nel loro linguaggio incomprensibile…).

Ecco, parti allora con le cose più facili da eliminare, e vedrai che la pila di carta diminuisce molto velocemente.

Quando avrai più tempo, potrai dedicarti a quei pochi documenti più impegnativi che ti sono rimasti.


5) il cassetto della vergogna

Non so se ce l’hai in camera, in salotto o in cucina, ma probabilmente anche tu hai un “cassetto della vergogna”…

cioè quella specie di buco nero dove nascondi tutta quella roba che per qualche motivo non ti senti di buttare, ma che sai che probabilmente non ti servirà mai….

Menù del take away, elastici, 1500 penne che non scrivono più, campioncini di profumo di 3 anni fa, graffette, vecchi giochini dell’ovetto Kinder, inviti a matrimoni, il caricabatterie del tuo vecchio Nokia 3310…
insomma, ci finisce dentro un po’ di tutto e molti non merita più uno spazio nella tua vita.

Per sistemare per bene alcuni cassetti della vergogna non basta fare un decluttering veloce in 5 minuti, lo ammetto.
Se vuoi, puoi prenditi il tempo di sistemarlo con calma… altrimenti, prova a fare anche solo il primo passo.

Metti il timer sul telefono e guarda quanta roba ormai inutile puoi eliminare in così poco tempo.
Sarai stupito di quanto puoi fare anche solo con un “decluttering lampo in 5 minuti”.


I prossimi step per alleggerire la tua vita (dopo il decluttering in 5 minuti)

Come probabilmente sai già, fare decluttering è (solo) il primo step per diventare minimalista e vivere una vita davvero più semplice e consapevole.

Il minimalismo è molto più di fare solo decluttering.

Se vuoi scoprire tutti gli altri modi in cui il minimalismo può semplificare la tua vita, li trovi tutti nella guida gratuita “7 modi per semplificare la tua vita con il minimalismo a colori”, che puoi scaricare cliccando qui.

Clicca qui per scaricare la guida gratuita.


ADD_THIS_TEXT


 

Memento mori
Mr. e Mrs. T-Rex
I ribelli del Minimalismo

***

Le migliori sfide da vincere sono quelle con noi stessi! Piccole o grandi che siano, l’importante è vincerle! Riuscirci significa migliorare tutta la nostra vita.

(Michele Acanfora)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per iniziare il percorso


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *