Come fare acquisti consapevoli: ecco come compra un minimalista

di | 25 Ottobre 2021

Il minimalismo dopo il decluttering: come fare acquisti consapevoli 

Se hai iniziato un percorso minimalista, probabilmente anche tu sei partito dal decluttering, ed hai eliminato tutta la roba inutile che avevi in giro per casa.

Fare decluttering infatti è uno dei primi step per diventare minimalista, perché liberarti della roba inutile e avere più spazio ti fa sentire subito meglio, più leggero e più libero…

Il decluttering però è solo il punto di partenza.

Perché ora che hai eliminato tutta la roba inutile da casa, il tuo nuovo scopo è non comprarne più, e comprare solo le cose che ti servono (o ti piacciono) davvero…
… ed evitare di tornare al punto di partenza nel giro di qualche mese.

Sì, lo so: è facile a dirsi, ma poi nella pratica è un bel casino, anche se parti con le migliori intenzioni.
Insomma: fare decluttering è facile, fare acquisti consapevoli è molto più difficile.

Infatti è molto facile cedere all’impulso del momento o anche solo comprare qualcosa che credi ti serve moltissimo, ma che poi invece usi molto meno di quello che pensavi.

Questo è normale, è così per tutti.

Eppure fare acquisti più consapevoli è proprio il punto di svolta per vivere più consapevolmente (ed evitare di dover rifare un nuovo decluttering dopo pochi mesi).

Ma come si fa a fare acquisti consapevoli con il minimalismo?

Beh, per prima cosa, sfatiamo un mito: minimalismo non vuol dire per forza vivere in una casa completamente bianca, vuota e triste come il frigorifero di un single.

Il minimalismo infatti non è una gara a chi ha meno oggetti.
Non è vero che per essere un “vero” minimalista devi vivere con solo un tavolo e due sedie e mettere sempre lo stesso paio di jeans e le solite tre magliette (rigorosamente bianche o nere).

Con il minimalismo elimini semplicemente gli oggetti inutili, e conservi solo quelle cose che sono utili e che portano valore nella tua vita.

Ecco quindi 5 strategie minimaliste per fare acquisti consapevoli ed evitare di comprare cose che non meritano uno spazio nella tua vita.


5 strategie facili (ma estremamente efficaci) per fare acquisti consapevoli


1) compralo solo se lo usi, o se ti piace da morire

Nel minimalismo ci sono solo due tipi di oggetti che meritano uno spazio nella tua vita: quelli che usi e quelli che ti danno gioia (anche se in realtà non sono essenziali).

Per farti un esempio.
Lo scolapasta o la macchinetta del caffè sono delle cose che probabilmente usi ogni giorno, e quindi puoi conservare sicuramente.

Ma cosa dire di tutte quelle cose che non sono necessarie per vivere, ma che rendono piacevole la tua vita?

Ad esempio, un tappeto che dà alla casa una sensazione di calore o un quadro che ti emoziona non sono cose che “usi” nel vero senso della parola… ma sono delle cose ti fanno sentire bene e rendono la tua casa un posto piacevole ed accogliente, che ti fa sentire a tuo agio.

Ecco: se una cosa ti dona delle emozioni positive, allora merita sicuramente un posto nella tua vita, anche se non è una cosa “necessaria”.

Quindi se vuoi fare un acquisto consapevole la soluzione è semplice: chiediti perché vuoi comprare quella cosa.

È una cosa che ti serve, o che ti trasmette una sensazione piacevole?
Allora comprala, difficilmente te ne pentirai.

Se invece pensi di non usarla spesso o non ti piace poi così tanto, probabilmente non è un buon acquisto, e rischi di eliminarlo al prossimo giro di decluttering.

E’ anche vero, però, che troppi oggetti (anche se ti piacciono da morire) alla fine rischiano di soffocarti.

Il segreto quindi sta semplicemente nel trovare il tuo giusto equilibrio tra cose che ti servono e ti emozionano, e liberarti di tutto il resto.


2) occhio agli “affari”

Quando parlo di “affari” mi riferisco a tutti quegli oggettini carini che di solito sono messi vicino alle casse del supermercato e che attirano la tua attenzione come una calamita…
Insomma, cose tipo le mille mila salviette per pulire gli occhiali, il profumatore per il bagno al mango a forma di pinguino, le scatoline carine con gli animaletti, le mini borsette in stoffa a tema natalizio…

Insomma, ci siamo capiti.

Il problema è che di solito questi oggettini sono carini e in effetti potrebbero anche essere utili.
E visto che non costano quasi nulla è normale essere tentato dall’ “affare” e comprarli.

Il problema è che spesso queste cose vengono messe strategicamente alle casse proprio per tentare le persone annoiate che stanno facendo la fila, e così finisce che le compri per noia, non perché le desideri davvero…
anche perché in effetti non eri andato al supermercato per comprarle, vero? 😉

E così quando poi ti trovi a fare decluttering, ti accorgi che la maggior parte di queste cose in effetti non ti è servita affatto…

Ecco, non voglio dire che queste cose siano tutte delle cavolate.
Le scatoline carine possono davvero essere utili e magari sono state davvero un buon acquisto…
… ma spesso invece questi acquisti sono solo acquisti emozionali fatti in un momento di noia, e rischi di trovarti con più scatoline carine che roba da metterci dentro.

Ecco, per fare acquisti consapevoli in questi casi vale la pena riflettere bene se quell’oggettino porta davvero valore nella tua vita, o se è solo un impulso del momento.
Ecco, diciamo che il segreto per fare acquisti consapevoli è proprio la consapevolezza che a volte sei preda delle emozioni…

Insomma, per comprare consapevolmente, sii un cacciatore, non un collezionista, sii un utilizzatore consapevole, non un consumatore.

In questo modo risparmi soldi, tempo e spazio, ed eviti di fare acquisti solo sull’onda del momento.


3) c’è un parcheggio libero?

Questa strategia ti aiuta a fare acquisti consapevoli perché in pratica quando compri fai una specie di switch mentale.

Funziona così:
quando compri una cosa, invece di pensare “che carino, potrei usarlo in qualche modo, lo prendo!”, prova a chiederti:
“Dove metto questa cosa? Sono pronto a destinare un pezzo di spazio per quest’oggetto?”.

Insomma, questo oggetto vale così tanto per te che sei disposto a sacrificare un pezzetto del tuo preziosissimo spazio per tenerlo?

In pratica, pensa a casa tua come ad un parcheggio con posti limitati.
Sei pronto a destinare un parcheggio a quella cosa?

È una strategia molto efficace perché se quando compri qualcosa non ti è ben chiaro il posto preciso dove la vuoi mettere, c’è un’altissima probabilità che quella cosa non ti interessi davvero e non ti serve.

Se invece sai già esattamente dove metterla, questo è un segnale che tendenzialmente quella cosa ti serve, o che la desideri davvero.
Se invece ti rendi conto che non sai bene dove metterla, allora lascia stare: solo perché una cosa è bella non vuol dire che merita un posto nella tua vita.


4) evita la zona di pericolo

Hai presente quando in un film horror si sente un rumore molto inquietante in cantina e il protagonista scende per vedere cosa succede e così viene catturato dal mostro di turno?

Ecco.

Questo è più o meno quello che succede quando decidi di entrare nelle “zone di pericolo”…
… cioè tutti quei posti dove ti viene una voglia matta di comprare qualcosa per cui hai un debole.

Che siano cose poco sane da mangiare o attrezzi legati ad un qualche tuo hobby, non importa: abbiamo tutti un debole di qualche tipo, e questo è normale.

Ma perché andare nelle zone di pericolo, se puoi evitarle comodamente?
Non ha alcun senso affrontare le tentazioni come Ulisse che ha affrontato il canto delle sirene, se è molto più facile evitarle del tutto e continuare beato per la tua strada.

Questo perché resistere alle tentazioni è difficile, è molto più facile evitarle direttamente.

Ad esempio, quando vado al supermercato, mi tengo a distanza di sicurezza dalla “zona dolci”, che sono il mio punto debole.
Insomma resistere alla tentazione di comprare dolci una sola volta al supermercato mi evita di dover resistere tutte le sere.

Ecco perché evitare la zona di pericolo è un ottima strategia per evitare di accumulare roba che non ti serve davvero, ma che rischi di comprare sull’onda del momento.

Risolvi semplicemente il problema all’origine, ed evita direttamente le zone di pericolo


5) fai una lista

Un buon modo per fare acquisti consapevoli ed evitare di comprare roba inutile è cambiare mentalità e concentrarti sulle cose che vuoi comprare davvero.

Quindi prova a scrivere una lista delle cose che ti servono o che desideri comprare, e cerca di seguirla il più possibile.

Ok, certo, questo non vuol dire che se scovi un’occasione o se trovi qualcosa che ti piace davvero devi rinunciare per forza perché non è nella tua lista.

Questo è solo un modo per restare concentrato sulle cose che desideri davvero, senza farti distrarre da invitanti offerte a metà prezzo, buoni sconto e offerte speciali.

Parlo ad esempio di quando hai un hobby artistico e spunta un’offerta per quel nuovo pennello o per un porta tela speciale che forse si potrebbe servire…

Ecco, il problema è che in realtà quella cosa probabilmente non ti serve affatto, e dopo che l’hai comprata la userai molto di meno di quello che credi ora… o forse finirà addirittura dimenticata in qualche cassetto…

Anche perché è molto raro che le offerte siano davvero “imperdibili”… di solito sono solo un modo per risparmiare qualche euro… che per carità, è positivo… ma solo se quella cosa ti serve davvero… altrimenti (anche se scontata) è una cosa inutile.

Quindi la prossima volta che scegli di rinunciare a qualche offerta, non pensare che forse stai perdendo un’occasione, ma pensa che stai tutelando te stesso, il tuo tempo, il tuo spazio e la tua libertà.

Se quella cosa ti servirà davvero, sarai sempre in tempo per comprarla più avanti.


Gli oggetti sono solo l’inizio: ecco come continuare il tuo percorso minimalista

Ecco, queste sono alcune strategie facili ma molto efficaci per fare acquisti consapevoli ed evitare di comprare cose che non ti servono davvero o che non portano alcun valore nella tua vita.

Ma eliminare gli oggetti inutili è solo uno dei modi in cui il minimalismo può migliorare la tua vita (e neanche il più importante).

Perché con il minimalismo puoi eliminare TUTTA la roba inutile che affolla la tua vita…
non solo gli oggetti, ma anche le spese, gli impegni, le emozioni negative, le persone…

Perché lo scopo del minimalismo non è solo avere più spazio, ma anche più tempo, soldi ed energie da dedicare alle cose davvero importanti per te (qualunque esse siano!).

Se vuoi scoprire tutti i modi in cui il minimalismo può semplificare la tua vita e vuoi trovare ogni giorno la tua giusta ispirazione minimalista, iscriviti al gruppo Facebook “50 sfumature di minimalismo”.

Clicca qui e iscriviti al gruppo.

 

Memento mori
Ste e Vale
I ribelli del Minimalismo

***

Non sempre ciò che è perso lascia un vuoto, semplicemente delle volte, lascia spazio
(Ste e Vale)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per saperne di più


 

 

Un pensiero su “Come fare acquisti consapevoli: ecco come compra un minimalista

  1. Pingback: Esperto di finanza svela i 7 fattori per comprare più consapevolmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *