Perchè una pecora riesce a CAMBIARE VITA e TU NO? Scopri la RIBELLIONE della PECORA SHREK

di | 16 Novembre 2020

Come come? Una pecora può cambiare vita?

Si, hai letto proprio bene. Anche la pecorella Shrek è riuscita a cambiare la sua vita.
Ecco la sua storia:

Anche le pecore vogliono cambiare vita

C’era una volta una piccola fattoria in Australia, dove viveva un contadino.
Il contadino viveva allevando pecore, che gli davano una lana molto calda, morbida e pregiata.
Con l’allevamento di pecore, il contadino era riuscito a diventare ricco.

Le pecore erano mansuete e gli davano un buon guadagno: gli davano la lana per i tessuti e il latte per i formaggi.
Quando si avvicinava pasqua, il contadino vendeva i loro cuccioli a caro prezzo al macello lì vicino e prima che le pecore diventassero troppo vecchie venivano macellate anche loro…

Insomma, della pecora non si buttava via niente e il contadino era contento.

Tutto sommato, anche le pecore erano contente di vivere con il contadino. Ricevevano del cibo, un riparo e venivano protette dai predatori.
La maggior parte di loro ignorava la brutta fine che avrebbero fatto da vecchie…
e a pasqua… semplicemente guardavano dall’ altra parte, anche se non era facile.

Immagina lo strazio di quelle povere pecorelle alle quali venivano strappati gli agnellini…

…C’era solo una pecora che non era per niente felice.
Shrek odiava vivere alla fattoria!

Non voleva dare la sua lana e il suo latte a quel contadino che la teneva prigioniera in un misero recinto.
Non voleva dargli i suoi agnellini.

Shrek sognava i pascoli aperti e la libertà, ma aveva anche paura della vita fuori dal suo recinto sicuro.

Un giorno, poco prima di Pasqua, il contadino portò via tutti gli agnellini delle sue amiche pecore.
Le pecore belavano, cercavano di impietosire il contadino, ma invano.

Per Shrek fu troppo. Si fece coraggio e saltò lo staccato che la separava dalla libertà.

Il contadino si mise a rincorrerla, ma Shrek corse a perdifiato, fino a seminarlo.
Il contadino continuò a cercarla tutta la notte, ma poi si mise l’anima in pace.
Aveva perso la pecora, probabilmente a quell’ora era già stata mangiata da qualche predatore o era finita in un burrone.

Così tornò alla fattoria e spiegò alle pecore quello che era successo.
O meglio…. Una parte, di quello che era successo.

Raccontò che Shrek era stata attaccata da un branco di lupi nel bosco poco lontano dal recinto, che l’avevano mangiata senza pietà.
La voglia di libertà le era costata cara.

Le pecore erano terrorizzate e seppellirono qualsiasi desiderio di libertà che ancora avevano.
Da quel giorno, nessuna pecora osò più lamentarsi quando dava la lana, il latte o i cuccioli al contadino.
Anzi, lo ringraziavano per la sua protezione.

…. E Shrek?

pecora Shrek

Shrek è stata avvistata dal contadino 6 anni dopo la clamorosa evasione.
Senza tosatura, è diventata un’enorme palla di pelo che corre libera e felice sui prati.

Ha scoperto che non c’è proprio niente di cui aver paura, fuori dal recinto.

Dei pericolosi predatori di cui parlava il contadino, non ne ha visto neanche uno:
erano solo un’invenzione del contadino per tenere le pecore in gabbia.

Ora Shrek sta meditando di tornare al recinto a raccontare la sua storia alle altre pecore per convincerle che lì fuori c’è una vita migliore, ma non sa se le altre pecore crederanno alla sua storia.

La pecora Shrek esiste davvero

La pecora Shrek esiste davvero e la sua storia mi ha fatto pensare. Perché è la storia di tutti noi.

Tu sei la pecora.
Il contadino sono tutte le paure che ti tengono intrappolato nel recinto.
La fattoria è la società in cui vivi (quella che noi chiamiamo “ruota del criceto”).

Se vivi nella fattoria, devi seguire le regole come tutte le altre pecorelle.
Come le pecorelle a pasqua sacrificano i loro agnellini, tu devi sacrificare la cosa più preziosa che hai, il tuo tempo.
Devi lavorare tutto il giorno per produrre latte, e farti tosare per bene.

Poi nel weekend, per premiarti del tuo duro lavoro, ti sfoghi sputtanando tutti i tuoi soldi per cose costose e inutili che servono solo per arredare il tuo recinto e farti ammirare dalle altre pecore.

Chi ha paura dell’uomo nero? 

La società ti dice che questa è la vita migliore che puoi avere, ma è un’enorme stronzata.

La società si inventa dei pericoli inesistenti per tenerti buono buono nel recinto e sfruttarti per lana, latte e agnellini.
Hai presente quando eri piccolo e tua mamma ti diceva di fare il bravo altrimenti arrivava l’Uomo Nero?
Ecco…. In pratica la società fa la stessa cosa.

E così ruba il tuo tempo facendoti lavorare come uno schiavo in un lavoro di merda.
Ruba i tuoi soldi convincendoti a comprare cose inutili e costose per essere amato e invidiato da tutti.

La paura esiste solo nella tua testa 

È normale che l’idea di cambiare vita ti spaventa.

Non sai che cosa ti aspetta oltre il recinto. La società ti ha sempre messo in guardia dal lupo cattivo che c’è oltre il recinto perché non vuole farti scappare.
Un po’ come la fattoria rinchiude le sue pecorelle.

In realtà il lupo cattivo da cui tutti ti mettono in guardia non esiste e la ricompensa oltre il recinto è davvero grande.

Se riesci a saltare oltre il recinto, scopri che tutte le tue paure esistevano solo nella tua testa.

Che la società ti teneva intrappolato nella ruota del criceto solo per sfruttarti e poi mandarti al macello.

Che cosa puoi fare adesso per cambiare la tua vita 

Qual è la ribellione che puoi fare adesso per cambiare la tua vita per sempre e correre libero e felice come la pecorella Shrek?

Il minimalismo.

L’unica strada per saltare oltre il tuo recinto è il minimalismo.

Se vuoi davvero cambiare vita come Shrek devi affrontare le tue paure.
Devi saltare il tuo recinto ed ignorare il contadino.

Cosa cavolo c’entra adesso il minimalismo per cambiare vita?

Con il minimalismo scopri tutte le palle della società.

Perché se ci pensi bene, le pecorelle stavano nel recinto solo perché la società le ingannava con un incredibile quantità di balle e inventando nemici immaginari.

Il minimalismo è la strada per saltare oltre il recinto perché:

1) ti rendi conto di tutte le balle che ti ha raccontato la società per tenerti in trappola

2) te ne sbatti le palle del giudizio delle altre pecore che hanno troppa paura per scappare

3) superi le tue paure e ti accorgi che esistevano solo nella tua testa

4) riesci a saltare oltre il recinto e iniziare una nuova vita.

Sei pronto a saltare oltre il recinto?


ADD_THIS_TEXT


 

Memento mori
Mr. e Mrs. T-Rex
I ribelli del Minimalismo

***

“La vita sta lì, alla portata del salto che non facciamo”
(Julio Cortázar)


Minimalista
in 30 giorni
con il metodo
del minimalismo
a colori

“I vostri articoli sono utilissimi, ma ce ne sono così tanti che non so da dove partire per diventare minimalista.
Cosa mi consigliate?”

Ecco, dopo più di un anno di duro lavoro abbiamo raccolto per te tutto quello che ti serve per diventare minimalista in questo percorso pratico step by step:

Clicca qui per iniziare il percorso


 

Un pensiero su “Perchè una pecora riesce a CAMBIARE VITA e TU NO? Scopri la RIBELLIONE della PECORA SHREK

  1. Pingback: IL PEGGIOR RIMPIANTO PRIMA DI MORIRE => scopri come evitarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *